Il drawdown e l’underwater sono la norma, non l’eccezione

Il drawdown e l’underwater sono la norma, non l’eccezione

 

Nel seguente articolo alcune riflessioni sui Drawdown e ciò che comportano.

continuando  con  la  lettura  dichiari  di  aver preso  visione  del disclaimer .

Quando si inizia ad operare sui mercati, ci si illude che i trader di successo non abbiano mai drawdown o solo in rare occasioni. Penso che molti trader inizino con quell’idea nella loro mente anche se non capiscono cosa significhi in realtà.

Nel trading, oltre al drawdown si osserva l’ underwater, (se non sai cosa sono leggi l’ articolo) si è in questo stato ogni volta che non si hanno nuovi high equity sull’ account, o se si hanno più account su tutti gli account. Questo non è bello e quindi ogni trader cerca di minimizzare questi tempi perché fare nuovi high equity è molto più divertente che non farli.

Il problema è che se ci si sforza troppo di sbarazzarti di drawdown e underwater (di seguito D/U) di solito si ottiene il contrario. Di solito è quando si inizia come trader che si ha ancora l’illusione che sia in qualche modo possibile evitare i D/U. Si va alla ricerca di strategie e modi di operare in cui difficilmente si subisce una perdita. Queste possono essere ad esempio strategie di martingala o strategie con obiettivi di profitto molto piccoli in relazione allo stop-loss (se si usa). Questi possono facilmente risolversi per un paio di mesi, con un po’di fortuna anche più a lungo, ma a un certo punto si avrà un D/U dal quale l’ account non si riprenderà. Oppure ci si innamora di quell’annuncio di robot trading che mostra una Equity line che sale in un angolo perfetto di 45 gradi promettendo il 99% di profitti.

In realtà, diamo un’occhiata al motivo per cui è normale che un trader si trovi in una situazione di D/U. Ecco l’ equity line di un sistema di trading.

C:\Users\qaz\Desktop\2018-05-12_090528 equity 2017.png

Sembra davvero buono no? Se pensi che non lo sia, potresti comunque cercare quel santo graal, quindi fai attenzione là fuori!

Tuttavia, guardando le statistiche, abbiamo raggiunto nuovi massimi azionari solo circa il 20% delle volte. Ciò significa che l’80% delle volte il portafoglio era in un D/U.

E non è niente di insolito, troverai gli stessi numeri sulla maggior parte delle buone strategie se la guardi per più anni di trading. A breve termine, ovviamente, questo può sembrare diverso. Ad esempio, in un periodo di 4 mesi la strategia ha fatto registrare nuovi massimi azionari per il 35% delle volte! Ma sfortunatamente questa è l’eccezione, non la norma.

Sembra terribile? In realtà non la penso così. Al contrario, è una scoperta che potresti voler celebrare se sei diventato pazzo durante i drawdown in passato. Non sono un problema e se sei in un drawdown il più delle volte ciò non significa che sei un cattivo trader o che la tua strategia non funziona. Semplicemente è la norma del trading di successo a lungo termine, non l’eccezione!

Quindi finché la dimensione del drawdown è nelle tue aspettative, puoi e dovresti rilassarti quando sei in un D/U. È solo una necessità che devi sopportare per ottenere quei profitti. Quindi capire e accettare i D/U come parte di questo business renderà la tua vita da trader molto più facile!

Detto questo, i drawdown mi infastidiscono ancora molto. Non mi piacciono affatto e ogni volta ho gli stessi dubbi e problemi che probabilmente hanno molti trader. Ma sapere che in realtà nulla è sbagliato aiuta molto a superare questi periodi.

Di seguito altre equity line di altri sistemi dove si possono notare le medesime dinamiche.

Drawdown

C:\Users\trew\AppData\Local\Microsoft\Windows\INetCache\Content.Word\Equity.png

Conclusione

Prima si inizia ad accettare i D/U, prima si può iniziare ad avere soddisfazioni dal trading. Bisogna accettare che facciano parte del business, parte dei costi di attività, che anche contando le perdite D/U rimangono ugualmente molto contenuti al confronto con le aziende tradizionali.

Per  qualunque  commento  o  questione  non  esitare a contattarci. Ti  risponderemo  con  piacere  il  prima  possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.